giovedì 4 dicembre 2008

la valigia sul letto...

...in realtà è uno zaino e non è neppure per un lungo viaggio, ma visto che sempre di partenza si tratta non potevo esimermi dal citare Julio :asd:
Oggi pomeriggio sono andato in un negozio di abbigliamento per prendere due paia di calze e ne sono uscito con due maglioni, una maglione di cotone leggero e una tuta felpata...però ho preso anche le calze :asd:
Mi sono poi recato a prendere le scarpe e non ho neppure dovuto lasciare un qualche organo per pagarle, magari dureranno poco, ma per quel che le ho pagate vanno benissimo (sono comunque "made in italy"...).
Una volta giunto a casa è iniziata la trafila della "valigia"; prima ho provato con lo zaino, ma le ciabatte prese, che non ho e quindi avevo ripiegato sulle crocs, erano troppo grosse, allora ho misurato il trolley e ho provato con quello, ma è 57cm e non 55cm, quindi ho cercato un altro paio di ciabatte e ho messo tutto nello zaino; se dovessero fare storie per la borsa riesco a metterla dentro lo zaino e rientrare comunque nei limiti...in fondo sto via quattro giorni.
Domani chiederò asilo per il dentifricio a qualcuno dotato di busta per liquidi :)
La parte più difficile è stata la scelta del libro da portarmi; alla fine ho optato per "Aurora Boreale" di Jago Lucy, ha il formato giusto e dovrebbe durarmi proprio quattro giorni o poco più.
Ho messo nello zaino anche l'adattore per le prese elettriche e ben 3,5Gb di schede per la macchina fotografica; manca solo il "bite".
Domani mattina programmo di dormire sino alle 8:30, indi finirò il modello solido di una casa (ché poi perdo l'abitudine al lavoro :asd:) e, finalmente, alle 15:20 prendo la Polideuce-mobile, la muto nell'Espresso di Mordor, vado a far metano, e mi dirigo verso Isengard...

5 commenti:

Regina dei Tucani ha detto...

Ma perche' credi di avere del tempo per leggere?:DDD

Mauro ha detto...

Certo che fai più fatica a prepararti la valigia che a fare andata e ritorno a piedi da Mordor.
Buon viaggio!

Samara ha detto...

io, da brava sostenitrice del "non fare MAI oggi quello che puoi benissimo fare domani", la valigia devo ancora prepararla :-P

Anonimo ha detto...

Io l'ho fatta ieri sera, devo solo aggiungere le ultime cose, poi sono pronto... anche se non so se e cosa portarmi appresso da leggere, mah! Ho ancora un po' di paranoia sulla valigia (che comunque ha le dimensioni di uno zaino), ma in linea di massima ci sono. Mi è venuta ora un po' di paranoia da maglione/felpa, perché non ne ho preso in considerazione neanche uno (anche se ho già preso cappello, sciarpa e guanti). Quando torno a casa - perché mi sto collegando a scrocco dall'ufficio - vedo un po' che c'è nell'armadio. Ah, l'ansia da partenza...

giudappeso

Polideuce ha detto...

Ho sempre un libro con me quando viaggio...perché comunque non riuscirei a dormire senza :)
A colonia avevo "Kingdom of Heaven", a Londra "I segreti dei Gonzaga", non ricordo cosa mi sono tirato a dietro a Monaco, e negli USA mi sono portato un bellissimo saggio: "figure bizantine".