mercoledì 11 marzo 2009

Da non credere

Stamane il Vento-Genitore è venuto in ufficio e ha rimbrotatto sonoramente ad alta voce, perchè in quella famiglia hanno solo due volumi; "alto" e "altissimo, il mio Capo reo, ah! fellone, di mandare al supermercato il suo preziosissimo figlio a prendere della carta igienica definendo il nefando compito come "umiliante"!

Farò una descrizione del malfatto, della malnata coercizione della quale il nostro povero Vento fu vittima; vittima di un conciliabolo diabolico di colleghi che con perfida volontà hanno minato la dignità di maschio di Vento...pòra stella...mi commuovo...

Tempo fa, ovvero prima della mia partenza per Praga, quindi direi almeno cinque mesi fa, dicemmo a Vento di andare al supermercato a prendere la carta igienica e il sapone; il poverino, incredulo a siffatta richiesta, disse che tutto ciò che concerne il bagno è regno esclusivo del sesso femminile che, come è noto, essendo genere inferiore è chiamato a compiere le mansioni più nefande.

Dopo aver incassato le risa, i rimbrotti, la derisione, di noi tutti per questa mentalità risibile e infondata, il povero Vento è andato, vergognoso e vergognandosi amaramente per il compito affidatogli, ad assolvere all'ingrata mansione.

Ebbene oggi il Vento-Genitore si è svegliato e memore della bruciante umiliazione del preziosissimo figlio è giunto pieno di furore e di collera...complimenti per il tempismo, ma soprattutto complimentoni per il brillante gesto, perchè non si è reso conto che la reale umiliazione per Vento è stata quella di vedere scoperchiate le sue scuse e quella di essere difeso, come all'asilo, dal padre...

Da quello che abbiamo capito Vento e suo padre devono avere avuto un alterco perchè Vento non combina, e arriva, da alcuna parte mentre suo cugino ha uno studio in proprio; perciò Vento per difendersi si è inventato che lo mandiamo sempre a fare commissioni, che è vero in parte, e ha riferito "l'umiliantissimo" episodio della carta igienica per mostrare al Genitore in quale covo di serpi mal nate sia finito.

Siamo rimasti tutti basiti da questa uscita...un po' per la tristezza per la mentalità che un simile episodio denuncia, e un po' perchè mette a nudo tutte le puerili scuse che Vento accampa per mascherare la sua scarsissima voglia di lavorare e le sue limitazioni oggettive; non so se riusciremo a non far pesare l'episodio a Vento...si sa che siamo una genìa maledetta :asd:

4 commenti:

giudappeso ha detto...

Tale padre, tale figlio & la mela non cade mai lontana dall’albero, saranno luoghi comuni… ma in questo caso, cascano a fagiolo. Come se Vento non offrisse sufficienti spunti per essere preso per il culo, adesso ve lo porge – sorry for the disturbing image – su un piatto d’argento. Ma il tuo capo ha replicato alla furia belluina dell’unno?

Polideuce ha detto...

il mio Capo, poverino, è rimasto incredulo; ha cercato di farlo ragionare ma questo urlava talmente forte che mi stupisco tu non l'abbia sentito :asd:
Rientrando a casa ho comunque scoperto che Vento aveva avuto un alterco col Genitore e se ne è andato presto...l'ho visto scendere in auto quando sono tornato a casa

regina dei tucani ha detto...

Ma che belle scene! Penso alla scenda del padre che viene a difendere un 25enne perche' ha dovuto portare in ufficio la carta igienica:DD Se solo sapesse che sara'per questa sua uscita che a Vento "non gli passera' mai piu'" e diventera' lo zimbello dell'ufficio...

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good