giovedì 18 marzo 2010

Ecchimosi

Ieri sono andato in posta a pagare un bollettino, il saldo per la Sticcon XXIV, d'altronde il periodo è buono ed è tempo di rispolverare le orecchie a punta, figurativamente perché non le metto da un po', e quindi in pausa pranzo sono andato al restaurato palazzo postale.

Essendo che sono in questi giorni, causa Scheda del Male della quale avrò modo nei giorni a venire di lamentarmene diffusamente, anzi credo che lo farò già in giornata, più stordito del solito non ho visto il primo scalino e vi sono scapussato (la forma italiana di questo termine è "inciampato").

Per evitare di divenire un tutt'uno con la porta automatica d'ingresso, e forse di frantumarla con la capoccia, ho cercato con la mano sinistra un appoggio e ho sbattuto il braccio contro il telaio della prima porta a tirare; il risultato è un bel segno rosso sul braccio contornato da una bellissimo ecchimosi violacea, oggi un po' di colore l'ha perso, il tutto composto sopra una artistica gnoga (in italiano "rigonfiamento").

La cosa bellissima è che mi fa un po' male e devo stare attento a come appoggio il braccio; di recente mi sento più scordinato del solito.

Continuo a credere di avere una qualche entità supernaturale, o ctonia o che, che mi protegge; un lavoro a tempo pieno :asd:

3 commenti:

giudappeso ha detto...

Oh mio dio, è la Maledizione di Bella! Hai letto tutta la saga e adesso ne subisci gli effetti perché non t’è piaciuta. Merda, questo significa che siamo tutti condannati!

Polideuce ha detto...

Temo tu abbia ragione; mi ha appena ceduto una caviglia senza alcuna ragione, dato che il pavimento è liscio come la pelle di un androide :asd:
Forse ho solo bisogno di caffeina...

Mauro ha detto...

No, ma funziona anche se uno ha letto solo i riassunti sui blog altrui?