lunedì 9 maggio 2011

Doppio e triplo

Chissà quante volte ne avrò parlato...
Ieri è passato il giro d'Italia dal mio paese, le strade erano addobbate in rosa e c'era moltissima gente in giro; io avrei voluto raggiungere Parola, ma non è stato possibile scendere, così ho desistito e sono andato a fare due passi per il paese.
C'era anche caldo e ho avuto un assaggio, del tutto indesiderato, d'estate.
Ovviamente mi sono fermato in libreria, ho preso un libro economicissimo e non ne ho preso un altro perché m'é sovvenuto di averlo già; non era vero, ma ne avevo uno di argomento similare.
A casa ho iniziato a disporre, dove possibile, una terza fila nelle librerie e ho scoperto di avere preso due volte un libro.
Quando misi questo volume su anobii mi venne segnalato come doppio, ma dopo aver speso inutilmente un pomeriggio nella ricerca del volume, mi ero convinto che si fosse trattato di un errore... e invece no! :asd:
Al momento ho scoperto tre volumi doppi, ma credo che il numero possa anche salire a cinque, infatti ne ho dovuto ricomprare un paio che sono scomparsi; essendo che i nuovi volumi sono già arrivati e sono già stati posizionati, mi attendo che quelli vecchi rispuntino fuori da un giorno all'altro.
Se non altro ho smesso di prendere tre volte lo stesso volume :asd:

2 commenti:

Moky ha detto...

Soffro anche io di un male simile, pur se meno colto: io noleggio gli stessi film... e' che non me li ricordo, a meno che non mi abbiano davvero segnata... poi iniziamoa guardarli e J mi dice :questo l'abbiamo gia' visto... Davvero? Mah...
Tu dici che e' grave?

Polideuce ha detto...

Come direbbe Mauro è un caso di Teresina ( http://ilcerchiodellesabbie.splinder.com/post/17326067/Welcome+to+my+world )

Temo che, chi più chi meno, ne siamo affetti tutti.
Io già mi vedo a ottantanni, quando galopperà la senescenza, mentre ripeto sempre le stesse cose, o ascolto sempre le stesse cose con l'aria beata di chi lo fa per la prima volta; sarà un po' come provare a vivere come un pesce rosso :asd: