venerdì 7 novembre 2008

Dell'età

Tempo fa ho deciso di smettere a tentare di indovinare l'età altrui perchè in genere va a finire che si creano situazioni imbarazzanti; la domanda "quanti anni mi dai?" è per me un incubo.
Rischi di rispondere con un'età bassa per poi scoprire che la persona in questione è molto più giovane; questo mi è accaduta molto tempo fa, quando la Victory ancora solcava i siderei spazi interplanetari, a una cena con l'equipaggio di una nave d'oltre Enza.
Tizia: "quanti anni mi dai?"
Io ci penso un po' su, non per l'età in sè, perchè ero convintissimo ne avesse almeno 40, ma su quale risposta dare; se avessi detto 40 sarei stato scortese, se ne avessi detto 25 sarebbe stato improbabile, così optai per una via di mezzo
io: "34?"
Tizia: "ne ho 24...me ne danno sempre meno di solito della mi età"
io:" °__°' "
...ho scoperto dopo che aveva alle spalle una storia non proprio rosea, ma da quel giorno decisi che mai più sarei incappato nella trappola del "quanti anni mi dai".

L'altra sera un paio di persone che stanno facendo il corso con me, incappano nell'argomento età e uno se ne esce con la frase: "ma io ho 34 anni, è che li porto bene"...hai 34 anni tesoro non 107! non necessiti di deambulatore, non dimentichi i denti in giro per la casa e in genere non hai una lista di acciacchi tale per cui ti serve un quaderno per tenerne il conto.

Per evitare situazioni imbarazzanti cerco di evitare di risponedere all'infausta domanda cadendo dalla brocca (ovvero fingendo di essermi dimenticato quello che mi è stato chiesto...a volte avere la fama di qualcuno che non si ricorda dal naso alla bocca ha i suoi vantaggi :asd:), oppure iniziando una lunga serie di aneddoti sperando che il mio interlocutore si impietosisca e soprassieda, ma se questa serie di manovre rischiano di sfociare nella scortesia preparo l'abum delle "figure imbarazzanti" e mi preparo ad aggiungerne un'altra alla collezione.

...il Capo stamane doveva andare via ma dato che l'aereo parte un po' dopo l'orario che gli avevano comunicato la prima volta, ha deciso di fermarsi qui un paio d'ore; peccato, io già mi pregustavo una giornata di tutto riposo tra una casetta e l'altra..

3 commenti:

giudappeso ha detto...

Io butto lì un’età sfacciatamente bassa, sperando che capiscano l’antifona e/o si accontentino, evitando un secondo e impietoso scrutinio. A volte funziona, a volte no.
La migliore gaffe che mi sia mai capitata riguardo l’età, è stata con una “cliente” che doveva prenotare una visita per un altro tizio. Guardo la data di nascita e chiedo: «Suo padre ha l’esenzione?» e lei: «Guardi che non è mio padre, è il mio compagno». Non so che colore ho preso, ma la mia vicina di scrivania di allora è scoppiata a ridere.

Polideuce ha detto...

...da questo punto di vista allora il tuo album delle figure imbarazzanti è più bello del mio :asd:

Mauro ha detto...

Di solito sparo un qualcosa di assurdo, genere "non so, 12 anni?" ridendo...

Anyway, ieri me ne hanno dati 24, e non è stato spiacevole. La tizia che l'ha fatto però dovrebbe riarsi gli occhiali