mercoledì 5 novembre 2008

Della memoria

...o dell'assenza di essa :asd:

Ne stavo giusto parlando ieri del fatto che per me è assolutamente impossibile riuscire a ricordarmi un compleanno.

Mi ricordo il compleanno dei miei genitori e di mia sorella, ma già di quello di mio nipote non ricordo l'anno di nascita, devo ricorerre a una sottrazione algebrica sperando di ricordarmi correttamente quale anno scolastico frequenta; per il compleanno dei miei amici la faccenda si complica.

Dopo circa dieci anni di conoscenza, e assidua frequentazione, in genere riesco ad azzeccare almeno la stagione; il mese e il giorno proprio non se ne parla, necessitano di un tempo variabile da un minimo di cinque a un massimo di dieci anni aggiuntivi.

L'avvento del pc mi ha semplificato di molto la vita perchè imposto la macchina in modo che mi avvisi del compleanno che incombe.

Purtroppo tendo a perdermi facilmente nelle settimane, nei mesi e negli anni, non mi faccio mancare nulla :asd:, e spesso alla richiesta di dire quanti anni ho segue un momento di imbarazzo; non perchè non voglia confessare di avere la veneranda età di 30 e dispari anni, ma perchè sono impegnato a ricordarmi i seguenti dati: 1) in che anno sono nato; 2) in che anno mi trovo...insomma un dramma :asd:

La mia memoria è occupata interamente dall'ambito lavorativo, da un cumulo di date storiche importanti (1215, 1492, 1789, 1452, 1208, 1099, 1066, 1086 etc...), e da dati biografici essenziali delle persone che conosco; per cui mi capita molto spesso che mi si rivoga la parola dicendomi "ti ricordi quando tre anni fa..." e in genere io annuisco con aria saputa sperando di riuscire a ricordare qualcosa dell'episodio in oggetto.

Spesso mi capita anche di intavolare conversazioni con persone che affermano di conoscermi ma delle quali io non ho memoria alcuna...alcuni giorni sono meglio di altri comunque :)

Ho sempre pensato al mio reparto memoria come una grossa biblioteca con il personale addetto allo stivaggio dei ricordi particolarmente efficiente, il compito però di ricuperare i ricordi è affidato a Casimira e Cunegonda due simpatiche novantenni; la prima, sorda e con forti problemi di vista, addetta alla lettura delle richiesta e la seconda, col deambulatore, il cui compito è il recupero del ricordo richiesto...mi piacerebbe riuscire a pensionarle :asd:

L'effetto collaterale del non aver memoria è quello di dover iniziare il racconto di ogni aneddoto con: "ti ho già raccontanto di quella volta..." e riuscendo a non fare spoiler.

Un altro simpatico effetto collaterale di questa condizione si verifica quando devo uscire di casa o lascio la macchina al parcheggio; per evitare di fare avanti e indietro almeno tre volte, per sincerarmi di aver chiuso tutto, ho adottato la tecnica di ripetermi mentre controllo: "oh! guarda" controllo che sia chiuso tutto, è proprio chiuso tutto", questo però non mi impedisce di ammorbare il malcapitato che è in mia compagnia in quel momento con la domanda solita: "ma ho chiuso?" :asd:

Mia nonna diceva: "chi non ha memoria ha gamba"...dite che sarà un principio di alzheimer? :asd:

6 commenti:

giudappeso ha detto...

Vabbè, ormai ci siamo abituati e “ti si vuol bene lo stesso, come se fossi normale”. Lol!

Piuttosto: “quand’è il mio compleanno?” Noi ci conosciamo dalle medie, perciò se non ti ricordi neppure il mio, allora sì, è Alzheimer. Considerala come una Prova del Nove. Asd!

Polideuce ha detto...

Mi ricordo la data del tuo compleanno perchè s'è sedimentata a sufficienza :asd:
Però...ecco...all'appossimarsi non è detto che me ne ricordi prima; sai che mi perdo nell'anno :asd:
Dio benedica i pc :asd:

Mauro ha detto...

Guarda, so quanti anni ha mio nipote vecchio perché è nato quando mi sono diplomato, ma non ricordo il giorno di nascita, idem per mia sorella ossia sua madre: ricordo solo che ha dieci anni più di me; del nipote piccolo so che compie gli anni il 23 marzo, stessa data di mia nonna, ma non so quanti anni abbia o che classe frequenti; di mio padre so data esatta perché è facile: 22-12-22; l'altra mia sorella cade dopo mio padre, e so che ha un anno meno dell'altra... stop.
Ricordo la mia data di nascita perchè l'ho scritta miliardi di volte in documentio di varia natura, ivi comprese le registrazioni su innumerevoli siti... però magari ricordo chi c'era un determinatio giorno a Versailles in udienza dal Re Sole, oppure il compleanno di Maria Antonietta.

Tutto questo per dirti: tranquillo, non sei solo!

Regina dei Tucani ha detto...

Evviva le gambe, allora! Io ho memoria per certe cose, ricordo eventi, facce, situazioni anche di molti anni fa...poi c'e' questo cruccio mio che mi tormenta: ricordo se un film mi e' piaciuto o no, ricordo anche alcuni commenti relativi ad esso, ma se mi tiri fuori una scena o una battuta, ti guardo con occhio spaesato. Credo sia memoria selettiva.

Regina dei Tucani ha detto...

Evviva le gambe, allora! Io ho memoria per certe cose, ricordo eventi, facce, situazioni anche di molti anni fa...poi c'e' questo cruccio mio che mi tormenta: ricordo se un film mi e' piaciuto o no, ricordo anche alcuni commenti relativi ad esso, ma se mi tiri fuori una scena o una battuta, ti guardo con occhio spaesato. Credo sia memoria selettiva.

Rossarame ha detto...

me tapina. Il mio compleanno si avvicina, ed il sogno nel quale nessuno se lo sarebbe ricordato, si sta realizzando :(